Torino città del cinema
info txt max
ENCICLOPEDIA DEL CINEMA IN PIEMONTE

Persone



Ugo Nespolo

Mosso Santa Maria (VC), 1941
Regista
A Torino frequenta il Liceo Artistico e l’Accademia Albertina, diplomandosi con Enrico Paulucci; in seguito si laurea in Semiologia all’Università di Torino. Stimolato dalle ansie di rinnovamento degli anni Sessanta, Nespolo è attratto in particolare da New York: nel 1967 cominciano i suoi viaggi negli Stati Uniti, dove entra in contatto con il newdada e i post-dadaisti del movimento Fluxus e dove frequenta i set hollywoodiani, diventando amico di John Travolta e Brian De Palma. A Milano (dove nel 1972 inaugura il “Premiato studio d’arte Baj & Nespolo”) conosce Jack Kerouac e Allen Ginsberg; quest’ultimo diventa il protagonista di un suo film del 1968, A. G..
Nespolo coniuga l’arte figurativa, centro della sua attività, con altre forme di espressione, tra cui il teatro e la letteratura - come attesta la sua amicizia con Edoardo Sanguineti, protagonista del film Film/a/To (2001) - e la musica, come dimostra la collaborazione con Severino Gazzelloni e Luciano Berio. In quarant’anni, tra il 1966 ed il 2006, gira venti film. Per la Rai realizza alcune video-sigle, tra cui quella di Indietro tutta, trasmissione della notte condotta da Renzo Arbore.





«In quegli anni [negli anni del cinema underground] a Torino c’erano alcuni personaggi, e tra questi Renato Ferraro era sicuramente una figura di spicco, che avevano già una competenza tecnica del fare cinema, anche se si girava in Super8, e solo in un secondo momento si passò al 16mm. Si trattava, per me, Renato, o Gianfranco Barberi, o altri, di persone che arrivavano dall’ambiente artistico, che avevano o che hanno una vocazione artistica in senso ampio, rivolta con forza al cinema. Renato e io ci vedevamo tutti i giorni, allora avevo uno studio in via Accademia Albertina, e lavoravamo su delle pellicole Super8. La grande scintilla è stata però portata da Angelo Pezzana, che ha svolto un ruolo importante, fondamentale per la cultura di quegli anni, e che aveva i collegamenti, attraverso Fernanda Pivano, con la cultura americana. Attraverso la libreria Hellas si era avviata una serie di relazioni con gli scrittori americani, venne James Baldwyn, venne Allen Ginsberg, e fu realizzato in quell’occasione un documentario – girammo con due macchine da presa, io e Gianfranco. Un altro elemento fondamentale furono le proiezioni dedicate al New American Cinema alla Galleria d’Arte Moderna e all’Unione Culturale. Senza dimenticare i primi spettacoli teatrali del Living Theatre in Italia, andati in scena per la prima volta nel 1961, durante i festeggiamenti per il centenario dell’Unità d’Italia. Da quella serie di eventi, dopo aver visto il New American Cinema e aver parlato con Jonas Mekas, è nata in me e in altri la consapevolezza che la macchina da presa poteva essere usata come un pennello, ed è questo che ha attratto molti artisti» (U. Nespolo, in D. Bracco, S. Della Casa, P. Manera, F. Prono, a cura, Torino città del cinema, Il Castoro, Milano, 2001).






Film
titoloregiadatanote
Grazie, mamma KodakUgo Nespolo1966Italia, Super8, 9', B/N e colore
NeonmerzareUgo Nespolo1967Italia, 16mm, 3', Colore
La galante avventura del cavaliere dal lieto voltoUgo Nespolo1967Italia, 16mm, 20', B/N e colore
Le gote in fiammeUgo Nespolo1967Italia, 16mm, 3', Colore
BoettinbiancheneroUgo Nespolo1968Italia, 16mm, 6', B/N
Tucci-ucciUgo Nespolo1968Italia, 16mm, 20', Colore
A.G.Ugo Nespolo1968Italia, 16mm, 60', B/N e colore
Buongiorno, MichelangeloUgo Nespolo1969Italia, 16mm, 18', B/N
Con-certo ritualeUgo Nespolo1973Italia, 16mm, 20', Colore
Un supermaschioUgo Nespolo1975Italia, 16mm, 25', Colore
Andare a RomaUgo Nespolo1976Italia, 16mm, 25', Colore
Il faticoso tempo della sicurezza (Lo spaccone)Ugo Nespolo1978Italia, 16mm, 7', Colore
Le porte girevoliUgo Nespolo1982Italia, 16mm, 10', Colore
Fontane a Torino ovvero: alla ricerca dello zampillo perdutoLuciana Ros1984Italia, U-Matic, 28', Colore
Time after timeUgo Nespolo1994Italia, 16mm, 4', Colore
Film/a/TOUgo Nespolo2001Italia, Betacam, 12', Colore
ItalianaUgo Nespolo2005Italia, Beta Digital, 18', B/N e colore
Dentro e fuori. Angelo Pezzana. Un ritrattoUgo Nespolo2005Italia, Beta Digital, 18', B/N e colore
Glance. As far as the eye can seeUgo Nespolo2005Italia, Beta Digital, 3', Colore
Ativa. Un ritrattoUgo Nespolo2005Italia, DvCam, 7', B/N e colore
La metro a TorinoUgo Nespolo2006Italia, DvCam, 8', Colore
Peopling The Palaces At Venaria RealePeter Greenaway2007Italia, 35mm, 0', Colore
SuperglanceUgo Nespolo2007Italia, 35mm, 7', Colore
Stefania Belmondo “Più veloce dell’aquila”Ugo Nespolo2007Italia, DvCam, 9', Colore




segnalibro
 = aggiungi
 = elimina
All'interno di ogni scheda troverete queste icone che vi permetteranno di memorizzare i documenti che più vi interessano o di eliminare quelli già memorizzati.
Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema | Contattaci
Piemonte Movie