Torino città del cinema
info txt max
ENCICLOPEDIA DEL CINEMA IN PIEMONTE

Cortometraggi e Documentari



I pirati dello spazio
Italia/Francia, 2007, Beta Digital, 52', Colore

Altri titoli: Space Hackers

Regia
Alessandro Bernard, Enrico Cerasuolo, Paolo Ceretto

Soggetto
Alessandro Bernard, Paolo Ceretto

Sceneggiatura
Alessandro Bernard, Enrico Cerasuolo, Paolo Ceretto

Fotografia
Ned Burgess

Musiche di repertorio
Modest Moussorgsky

Suono
Lauraent Rodriguez

Montaggio
Ruben Korenfeld

Scenografia
Antonio Diego Bolletta

Direttore di produzione
Emiliano Darchini, Isabelle Lemonnier

Produttore esecutivo
Isabelle Lemonnier

Produzione
Massimo Arvat per Zenit Arti Audiovisive, Christine le Goff e Yves Jeanneau per Studio International; ARTE France

Distribuzione
Zenit Arti Audiovisive, Arte Francia, Fox International Channels Italia, Rai Educational, DRTV, RTSI, RTBF, Plan├Ęte, TSR, SBS, VPRO, VRT, YLE Teema

Note
Con la partecipazione di: Achille Judica Cordiglia, Giovanni Battista Judica Cordiglia, Maria Teresa Judica Cordiglia, Laura Furbatto, Marco Blaser, Ugo Sartorio, Alberto Rossetto; voce narrante: Arturo Armone Caruzo; ricerche archivio: Jane Weiner; assistente operatore: Nina Bernfeld; assistenti di produzione: Riccardo Fois, Vincenzo Giardelli, Francesca Portalupi, Alain Catez; organizzatore generale: Emiliano Darchini; Produttori Associati: Sherin Salvetti, Jan Ronca, Francesco Virga per Fox International Channels Italia, Giovanni Minoli per Rai Educational, RTSI Televisione Svizzera, Flemming Grenz per DR TV, Olivier Stroh per Planéte, Claire Colart per RTBF Télévision Belge, Enzo Pelli per TSI Televisione Svizzera, Irène Challand e Gaspard Lamunière per TSR Télévision Suisse Romande Unité des Films Documentaires, Mark Atkin per SBS, Nathalie Windhorst per VPRO, Leena Pasanen per YLE Teema; con il contributo di: Programma Media Plus dell’Unione Europea, Regione Piemonte, Film Commission Torino Piemonte, Città di Torino, Centre National de la Cinématographie PROCIREP Société des Producteurs / ANGOA; con il patrocinio di Città di Torino.
 
Prima trasmissione televisiva in Italia: History Channel, 18 maggio 2007, ore 21.
 
Premi: Golden Statue, 38ˆ Roshd International Film Festival, Teheran 2008.




Sinossi
Sul finire degli anni Cinquanta due geniali radioamatori, i fratelli Achille e Giovanni Judica Cordiglia, allestirono a Torino un vero e proprio centro di ascolto spaziale. Usando tecnologie riciclate e da loro stessi adattate, iniziarono a captare suoni dallo spazio. Il 4 ottobre 1957 riuscirono a intercettare per primi i suoni emessi dallo Sputnik 1. Questo straordinario successo fu il primo risultato cui seguirono altre intercettazioni di tutte le principali missioni spaziali realizzate dagli USA e dall'URSS, incluse alcune missioni segrete durante le quali alcuni cosmonauti sovietici potrebbero aver perso la vita. Nel mezzo della guerra fredda, mentre le due grandi superpotenze si sfidavano nella corsa allo spazio pretendendo di controllare le informazioni e la propaganda, questi due radioamatori, hackers ante-litteram, registravano tutto. Questa storia straordinaria culmina nel 1962 quando i fratelli, dopo aver partecipato al quiz La fiera dei sogni di Mike Buongiorno, vinsero un viaggio per visitare la Nasa...




Dichiarazioni
«Ricostruendo le tappe essenziali di questa vicenda attraverso le testimonianze dei fratelli Cordiglia, i loro straordinari archivi d'epoca (filmati super8, registrazione delle intercettazioni), i testimoni che hanno accompagnato le loro vicende in Italia e negli Stati Uniti, il film ci conduce con una prospettiva insolita nel cuore di uno dei più affascinanti periodi della storia recente: la corsa allo spazio. Dal primo volo di Gagarin fino all’Apollo 11, per circa dieci anni il mondo intero ha vissuto scrutando il cielo, immaginando lo spazio. Era l’epoca della radio, un epoca dove la società proiettava i propri sogni nel cielo ancora ignoto, semplicemente ascoltando i bip bip e i suoni distorti dei satelliti. Poi, quasi all’improvviso, la gente perse l’interesse: lo sbarco sulla luna in diretta tv, segnò anche l’avvento dell’epoca delle immagini e il venir meno dell’immaginario che volava sulle onde radio» (A. Bernard, E. Cerasuolo, P. Ceretto, www.fctp.it).




Scheda a cura di
Valeriana Rosso

Persone / Istituzioni
Alessandro Bernard
Enrico Cerasuolo


segnalibro
 = aggiungi
 = elimina
All'interno di ogni scheda troverete queste icone che vi permetteranno di memorizzare i documenti che più vi interessano o di eliminare quelli già memorizzati.
Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema | Contattaci
Piemonte Movie